Sarei andato nella nube di Oort, ma...
...Ma sono arrivato solo a un quinto del percorso!



L'ho fatto in un attimo di calma, tra un calcolo e l'altro
...sto calcolando a che ora della Terra corrisponde l'inizio della primavera marziana,
poi devo calcolare quando inizia la primavera su Saturno e sulla Luna,
"ammesso che in quest'ultima la primavera ci sia", poi...


Visto che in questi giorni si parla
(oltre che dell'Inter) di comete e considerato che queste ultime provengono sia dalla zona di
Kuiper sia dalla zona di Oort, ho fatto una botta di calcoli
come al solito...

GiÓ! Pare che ho scoperto l'acqua calda perchŔ mi sono accorto che noi
(noi tutti)
non siamo nessuno, proprio nessuno e ora vi dico il perchŔ:
(mi aiuto con delle immagini)

Questo Ŕ il sistema solare visto dallo spazio sino all'orbita di
Marte:
(click)

Qui lo vediamo fino a
Giove:
(click)

Fino a
Urano:
(click)

Fino a
Plutone:
(click)

Fino al limite della fascia di
Kuiper ma anche del sistema solare,
alla velocitÓ delle sonde d'oggi (
41.333 km/h) sono giÓ 42 anni che viaggio...
(click)

Ormai, visto che ci sono, m'incammino verso la nube di
Oort, sono solo a un cinquantesimo del viaggio intrapreso e sono giÓ passati 420 anni:
(click)

Ad un quinto del viaggio
(10.000 UA, pari a 1.500 miliardi di km) e trascorsi
4.200 anni,
mi sono arreso, perchŔ...
(click)

...mi sono accorto che tutto il sistema solare ormai Ŕ ridotto ad un granello di sabbia!
Ma se avessi voluto continuare il viaggio, per arrivare nella fucina delle comete mi ci sarebbero mancati ancora
16.800 anni e poi, fatto trenta, avrei fatto trentuno e mi sarei diretto verso la costellazione del Centauro direttamente sulla stella Proxima, per˛... avrei dovuto pazientare ancora per 81.000 anni.
E pensare che la luce in poco meno di quattro anni se la cava!

Mi arrendo...
Appunto!

G. Arcibalbo al trentuno maggio del duemiladue